Prenota la tua visita

Patch test

Allergologia

Il patch test

Il patch test è un test allergologico utilizzato per determinare se una sostanza specifica provoca infiammazione cutanea su base allergica. Il patch test è indicato in presenza di sospetta dermatite allergica da contatto (DAC) e, in questi casi, aiuta a identificare quali sostanze possono essere la causa della reazione allergica.

Contattaci per fissare il tuo appuntamento!
Richiedi l'appuntamento

In cosa consiste il patch test

Per effettuare il patch test si utilizzano pannelli composti da varie sostanze, dette apteni, potenzialmente responsabili delle dermatiti da contatto. Il pannello più comunemente utilizzato in Italia è quello consigliato dalla Società Italiana di Dermatologia Allergologica Professionale e Ambientale (pannello SIDAPA).

patch test allergologo

Fanno parte del pannello molte sostanze comunemente incontrate nella vita di tutti i giorni, quali

  • Metalli (nichel, cobalto, potassio bicromato)
  • Coloranti (para-fenilen-diammina, disperso blu, disperso rosso)
  • Sostanze presenti nei manufatti in gomma (tiuram)
  • Nei cosmetici (parabeni)
  • Profumi (profumi mix, balsamo del Perù)
  • Conservanti (kathon)
  • Farmaci (neomicina, benzocaina)
patch test milano

Tutti gli apteni sono disposti in singole cellette di materiale anallergico, fissate su un cerotto (il patch, appunto) che deve essere posizionato sulla cute della parte superiore del dorso. Il cerotto deve essere mantenuto sul dorso, facendo ben attenzione a non farlo staccare per 48-72 ore. È un test assolutamente sicuro ed indolore.

patch test rivetti

Il dermatologo, trascorso il periodo di tempo prefissato, provvede a rimuovere il patch test ed a documentare la presenza di eventuali lesioni eczematose in corrispondenza di uno o più degli apteni testati, quantificando eritema, edema e vescicolazione e assegnando un + o 4 + a seconda dell’entità. Al termine della lettura, viene consegnato al paziente il referto con il risultato del patch test e le eventuali prescrizioni terapeutiche.

patch test pavia

Le precauzioni prima del patch test

È necessario tenere presente che terapie cortisoniche ed immunosoppressive sistemiche (per via orale o iniettiva) o topiche a dosaggi medio/alti e/o per periodi prolungati potrebbero alterare il risultato del test e dovrebbero essere sospese circa 2-3 settimane prima di sottoporsi al patch test. La terapia con antistaminici, al contrario, non interferisce con il risultato del test è può essere mantenuta.

In caso di presenza di folta peluria sarà necessaria la rasatura preventiva del dorso nella zona in cui verrà applicato il patch test.

rivetti allergologo patch test

Domande frequenti

Come devo comportarmi dopo aver applicato il patch test?
logo nicolo rivetti mobile
Orari di apertura

Lun - Sab 09.00 - 18.00